Seleziona una pagina

Aggiornamento di stile

lpf pic di: Luciana Patrizia Fellini

 

Più leggeri e più intelligenti i vestiti da golf che non ci faranno sentire in imbarazzo fuori dal campo.                   

 foto 1E’ stato fondato due anni fa  ad Austin nel Texas, base del golf-lifestyle amerìcano il marchio  Criquet Shirts, gli ideatori di questa casa d’abbigliamento, Billy Nachman  37 anni  e Hobson Brown  38 anni, hanno nominato come  mascotte non ufficiale Ty Webb  “il colletto aperto”  come indossato nel film del 1980 “Caddy-snack” interpretato da Chevy Chase .

Uno scherzo? Non del tutto  Mr. Nachman ha una visione chiara : ” Abbiamo voluto che le nostre shirts potessero essere indossate in molteplici situazioni, nei  country club in privato o in pubblico” concetto ribadito dal socio  Brown .

Creazioni indicate per il  golfista gentleman , sempre a suo agio che non segue  le tendenze , che ama camminare per il campo da golf  portando la propria sacca .

Il golf è un gioco , ma è altrettanto un stile di vita . “Volevamo una shirt ad alte prestazioni per la 19th Hole ” una shirt adatta quindi anche al di fuori del campo

I giocatori professionisti rimangono prevalentemente vestiti con i marchi dei propri sponsor, un abbigliamento che è un misto tra stile di gioco ed un sobrio stile da country club.

Ovviamente è più adatta una  linea più pulita di designer maschile un  look più raffinato , più fresco e più pulito , con un minimo di loghi e marchi.

Imporre questo stile non è una  sfida ridicola, si tratta di abbigliamento da golf che “non farà mai sentire in imbarazzo fuori dal campo “, ha detto Brown . “Questo look classico non è mai andato fuori moda “, ha aggiunto Nachman , solo che non era stato più seguito e qui è stata la grande intuizione di Brown e Nachman.

A quanto pare, ci sono molti giocatori , di una fascia di età compresa tra i 20 ed i 50 anni , che sono alla ricerca di cose del passato per un look moderno, che cercano il loro abbigliamento in negozi particolari e non più nei pro-shop e o nei mega store per il golf.
Sono nate così linee nuove ed aggiornate, uscite dall’ imprenditoria sartoriale, tutto ciò consente ai giocatori non solo di avere un look esclusivo sul campo, ma di indossare questi capi con disinvoltura anche al di fuori, senza la necessità di entrare ed uscire dallo spogliatoio del proprio club.
L’attore Brain Van Holt , un golfista dilettante esperto, che interpreta  un ex -pro sulla serie TV “Cougar Town ” , è del parere che il look  sul green è molto migliorato nel corso degli ultimi anni, con un ritorno al passato dello stile di abbigliamento, Van Holt preferisce i toni scuri per le shirt e pantaloni comodi.
Ben Leblanc , un famoso consulente finanziario con la propria sede a New York , è della stessa idea ed afferma: ” preferisco i  giocatori classici come Arnold Palmer o Jack Nicklaus “, con una tipologia di abbigliamento che consente di essere utilizzata anche fuori dal terreno di gioco.
Uno dei più recenti marchi di abbigliamento che cerca di  soddisfare questi neotradizionalisti è Maide , una linea di abbigliamento per il golf  che ha come etichetta una specie di scimmia. “Abbiamo iniziato dall’etichetta , perché abbiamo  avvertito che l’estetica al golf era stata persa ” ha detto il direttore del marchio  Kevin Kelleher . ” La sofisticazione e la manifattura nel periodo d’oro del golf era estremamente ricercata ed abbiamo voluto  oggi  ispirarci a quella che era la moda di un tempo”.

Anche se molto leggeri i pantaloni Highland di Maide sono realizzati con nuovi tessuti high-tech e avrebbero potuto essere tranquillamente indossati da Arnold Palmer , negli anni ‘50 con  la classica sigaretta in bocca.

maideLe polo di Maide sono comode ma  non troppo strette ne larghe e ricordano quelli indossate negli anni ’50 proprio dal grande campione americano .

Un ragazzo sportivo  che veste Maide  o un’etichetta simile come Preppy creata da Peter Millar , non sembrerebbe fuori luogo in un bar in un pomeriggio di domenica , Maide fa cenno alla funzione sportiva, ma l’attenzione tuttavia , si concentra più sui dettagli nascosti che su loghi vistosi.

Il pantalone Highland , per esempio , dispone di una striscia di gomma all’interno della cintura per evitare di danneggiare la polo durante lo swing.

C’è anche una zip sull’orlo per permettere al giocatore di golf di regolare l’apertura dei pantaloni sopra le scarpe .

Il divario tra lo stile dei giocatori professionisti ed i dilettanti, che stanno adottando questo nuovo stile si sta assottigliando.

Alcuni giocatori professionisti si stanno ispirando ad un  look retrò, quali l’australiano Adam Scott , che ha vinto il Masters , ed altri giocatori come  Keegan Bradley , che indossa Tommy Hilfiger , Ryo Ishikawa , che indossa Callaway , e Webb Simpson, che , fino a quest’anno , ha indossato la linea Polo Ralph Lauren Golf e ora indossa Izod .

Il progettista dell’etichetta J.Lindeberg è un pioniere della moda nel golf e fondatore dell’azienda che ha venduto nel 2007, ha concepito le sue collezioni per il golf alla fine degli anni ’90 come un antidoto al look ” informe e troppo “comodo”che era però popolare all’epoca come  dichiarato da Stefan Engström , CEO della  J.Lindeberg’s.

Torniamo al marchio Maide, le sue shirt non sono ne  troppo strette ne troppo larghe  e richiamano quelle indossate da Arnold Palmer.

Sebbene il campo della moda nel golf abbia preso una svolta per il meglio , ci sono ancora le marche che offrono prodotti per giocatori eccentrici , con colori e dettagli vistosi, un esempio  Mr. Engström il suo cliente , ha spiegato, non è appariscente , ma abbastanza sicuro di volere una silhouette impeccabile.

Il golf anche negli accessori sta subendo una traformazione simile.

Con sede a Portland, Oregon  MacKenzie azienda che produce sacche da golf,  offre  una tracolla in pelle o nylon  a una o due tasche .

E Jones Golf Bags etichetta popolare negli anni ’70 e da poco ristrutturata, si è trasformata riportando indietro l’orologio riproponendo un look minimalista produce tra le altre una sacca con  un robusto corpo in nylon  e  vinile con un sola larga cintura .

” L’era moderna nelle attrezzature da golf , non ha alcun  rispetto per il patrimonio del gioco “, ha detto Jones partner di  Tim Lemman , la cui famiglia ha acquistato l’azienda nel 2007. ” Tanti giocatori vogliono solo uscire e godersi la natura giocando a  golf, non hanno bisogno di espedienti frivoli o di tecnologie avanzate nella loro borsa”.

Mr. Nachman,  Mr.Brown , Mr. Lemman sono testimoni  di una voglia  per il design vintage del mercato in questo momento .

Tutto ciò si estende anche alle “cover” ossia le coperture della testa del bastoni , Seamus Golf , con sede a Beaverton , Oregon, ha riproposto le vecchie cover  di lana con un evidente sguardo al passato .

scarpaQuando si tratta di calzature, i classicisti stanno reagendo ai modelli tecnologicamente avanzati con un ritorno alle scarpe in pelle con suola, questa primavera , l’azienda di calzature Allen Edmonds ha introdotto la sua linea firmata  Jack Nicklaus , che include una scarpa dai colori verde e nero .

La fondatrice  femminile ed il designer di Royal Albartross , Alex Bartolomeo , un produttore inglese di scarpe da golf e accessori vogliono  produrre scarpe modello francesina, così eleganti che farebbero sentire una donna che le indossasse al centro dell’attenzione nel percorso da golf.
Le  scarpe fatte a mano di Royal Albartross sono offere con e senza spikes.

Ms. Bartolomeo non si scusa per il cartellino del prezzo, circa 500 dollari ma sottolinea che le suole in cuoio sono sia leggeri che idrorepellenti e che sono indistruttibili grazie ai rivestimenti in pelle di vitello morbida .

“Con un po’ di calore del corpo si modellano molto rapidamente, per sostenere il piede del giocatore nel modo migliore”.

Se siete interessati ad approfondire il look vintage americano in voga oggi negli States potete visitare i link delle case produttrici di cui abbiamo parlato.

http://www.bonobos.com/b/maide
http://www.Albartross.com
http://www.criquetshirt.com

Da: Tee Time to Martini Time