Seleziona una pagina

Croara Country Club

campo

Il campo

località Croara Nuova – 29010 Gazzola (PC)

tel 0523 977105 – fax 0523 977100

www.golfcroara.itinfo@golfcroara.it

Altitudine: 100 mt

 

 

Percorso: 18 buche

Par: 72

Metri: 6065

 

Driving Range, Putting Green, Pitching and chipping area

Ristorante Circolo

Il ristorante del circolo

Green fee festivo 60 €

Noleggio cart 40 €

Noleggio carrello 5 €

Noleggio sacca e bastoni 20 € 

 

Carte di credito accettate: tutte

Stagione: da febbraio a dicembre compreso

Chiusura: martedì

 

STRUTTURE: club house, sala bridge, sala meeting, ristorante, bar, pro shop, piscina, tennis

 

PRESENTAZIONE

Piacenza Piazza Cavalli

Piazza Cavalli a Piacenza

Giocare in mezzo alla storia. E’ questa la sensazione che può provare il golfista calcando l’impegnativo percorso del Croara Country Club. Basta che sappia che proprio su questi prati più di duemila anni fa, nel 218 a.C., si consumò una delle più grandi battaglie della storia, quella del Trebbia, fra i Romani ed il condottiero cartaginese Annibale: uno scontro cruentissimo nel quale Annibale coi suoi elefanti ebbero la meglio, tanto da far tremare il potere di Roma.

Oggi il luogo è sede di ben più pacifiche e nobili sfide, quelle golfistiche, su un campo che costeggia il fiume Trebbia e che è prospiciente ad un foltissimo bosco di querce, popolate da tanti corvi (di qui verrebbe il nome). Le insidie naturali non mancano quindi e ad esse si aggiungono gli ostacoli con cui ha disseminato il campo il suo creatore (almeno nella versione definitiva) Marco Croze. Massima concentrazione quindi è richiesta ad ogni colpo, stando ben attenti a non concedersi distrazioni, magari indugiando troppo a lungo su scorci di rara bellezza che si aprono sul campo, tanto di carattere naturalistico, che storico-architettonico (per tutti la vista dello splendido castello di Rivalta). Nel bel mezzo del percorso sorge – tanto per tener desto l’interesse storico – una villa del ‘600 con relative adiacenze, che ospitò negli anni tanta nobiltà di passaggio.

COME ARRIVARE

Dalle Autostrade: uscire a Piacenza Sud, dopo i caselli subito a destra immettersi in tangenziale in direzione Stadio e continuare fino alla rotonda per Genova – Bobbio – Rivergaro (SS 45). Seguire per Rivergaro e 500 metri dopo la fine del centro abitato svoltare a destra (cartello Rivalta-Croara). Seguire le indicazioni per il Golf che è a 6 km da Rivergaro.

Coordinate per GPS: 44″ 55′ 30° N – 9″ 35′ 05° E

 

RISTORANTI E ALBERGHI CONVENZIONATI

Ristorante

All’interno della Club House è presente il Ristorante Le Briciole che offre pranzi veloci a buffet e cene con menu raffinati della tradizione piacentina – tel. 0523 977173

Alberghi

Hotel Colombara Relais Wellness**** (8,6 km) –Travo (PC) – Pigazzano di Travo –  tel. 0523 952364 – www.hotelcolombara.com – La struttura, frutto di un accurato restauro conservativo, ha mantenuto gli elementi architettonici originali, fra cui la torre d’avvistamento del XII secolo. Oltre a splendide camere e suite, un esclusivo Centro Benessere Namastè, piscina e terrazza solarium.

Croara Vecchia – Bed & Breakfast (400 mt) –Gazzola (PC) – Località Croara Vecchia  – tel. 0523-957628 – 0523-956798 – 333 2193845 – www.croaravecchia.it Confortevole Bed & Breakfast nell’atmosfera austera di un antico convento, situato lungo il fiume tra pascoli e boschi millenari.

Residenza Torre di San Martino (7,2 km) – Gazzola (PC) – Castello di Rivalta –  tel. 0523 972002 – www.torredisanmartino.it – Inserita nel bellissimo Borgo medievale la Residenza è elegante ma al tempo stesso familiare, rilassante e forse anche un po’ magica. Dieci camere e dieci cottage dove respirare la storia.

 

LE BUCHE PIU’ BELLE:

BUCA 6:

E’ un corto par 5, dog-leg a destra con tee shot delicato: si consiglia drive o legno 3 con leggero fade a piazzare la palla sulla sinistra del fairway facendo attenzione al fuori limite a sinistra che costeggia, da tee a green, tutta la buca. Con il secondo colpo i giocatori lunghi possono attaccare il green con un legno. Il green, piccolo e ben difeso da 2 bunkers, non presenta particolari pendenze.

BUCA 11:

Un lungo par 4 rende la buca la più difficile del percorso, caratterizzata da un ostacolo sulla destra che per i giocatori più lunghi entra in gioco fin dal primo colpo. Si consiglia di partire con un legno 3 evitando la destra o con un drive per i meno potenti. Il secondo colpo è molto delicato, sia per lunghezza che per la presenza dell’ostacolo d’acqua a destra. Il green è stretto ma senza particolari pendenze.

BUCA 17:

E’ la buca più stretta del campo, da giocare in tre tempi. Prima con un ferro 3 o legno 5 per i meno potenti, facendo attenzione all’ostacolo d’acqua sulla destra. Secondo colpo con un ferro medio per coprire la distanza di circa 150 metri. Il terzo colpo, delicato, serve per sorvolare un ampio ostacolo d’acqua posto a circa 30 metri dal green. Il green è molto ampio e su 2 livelli.

ccroara_dallalto

 

I DINTORNI

Un territorio ricco di arte e di natura dove aleggiano le lotte del Medioevo e i fasti del Rinascimento in un susseguirsi di scoperte preziose. Qui favole e leggende si respirano nei numerosi castelli ricchi di mistero, il fascino della discrezione si ritrova al di là dei cancelli degli splendidi palazzi signorili, i ritmi antichi e lenti si rivivono nella navigazione del grande fiume Po.

 

Il castello di Rivalta (3 km)

castello di rivalta

Una sala del castello

Il Castello di Rivalta, in Val Trebbia, è caratterizzato da una pianta quadrangolare e da una torre circolare sormontata, a sua volta, da un’altra torretta, il torresino, ambedue edificate nel 1400 dal Solari (lo stesso architetto che intervenne addirittura sul Cremlino a Mosca). Il castello è anche fastosa residenza, ricca di oltre 50 stanze, a cui si accede da un ampio cortile. Oltre alle magnifiche stanze dei “colori” (verde, rossa, blu) ospita il fantasma del cuoco Giuseppe, il Museo delle Armi, il Museo Ecclesiastico e il Museo del Costume Militare. Attorno al castello si sviluppa il tipico borgo medievale, con varie costruzioni, fra cui la bella chiesa di San Martino, collegati fra loro da stradine acciottolate, destinate oggi ad esercizi commerciali o a residenze. Il castello di Rivalta si può visitare solo con un itinerario guidato, scegliendo una delle frequenti visite che sono organizzate nei soli giorni di sabato e domenica da marzo a novembre.

www.castellodirivalta.it

 

 

 

Piacenza – Palazzo Farnese (25 km)

tondo di Botticelli

Il Tondo di Botticelli

Piacenza è una città nobile, da scoprire lentamente, camminando fra Piazza Cavalli (dominata da due fastosi palazzi, quello Gotico da un lato e quello del Governatore dall’altro, che fanno da quinta a due poderosi monumenti equestri) e il Duomo. Poco distante c’è Palazzo Farnese, un edificio imponente, di gusto tardorinascimentale, opera dell’architetto Jacopo Barozzi, detto il Vignola. Al suo interno la Pinacoteca custodisce, nella sala 18 dell’appartamento della Duchessa, lo splendido tondo di Alessandro Botticelli raffigurante la “Madonna adorante il Bambino con San Giovannino”, oltre a preziose sculture, un Museo di Armi Antiche ed anche un’esposizione di cimeli risorgimentali. Particolare però è la collezione dedicata alle carrozze del conte Dionigio Barattieri di San Pietro, che comprende: le berline da viaggio con eleganti rifiniture, il classico Landau, il Brougham, vettura a due posti per il traffico urbano,  le carrozze scoperte per le passeggiate in città e in campagna. Il complesso museale (tel. 0523 492661) è aperto dal martedì alla domenica.

www.musei.piacenza.it

 

 

 

 

In barca sul Po (46 km)

po PiacenzaIl Po è un grande fiume e un luogo naturalistico di grande pregio dove è possibile ammirare una flora e una fauna tipiche delle zone umide e praticare il “bird watching”. A parte percorrere gli argini del Po a piedi o in bicicletta, forse il modo più affascinante per viverlo è a bordo della Calpurnia, una moderna imbarcazione che salpa, da aprile a novembre, dall’attracco di San Nazzaro a Monticelli d’Ongina. Diverse le tipologie di navigazione che prevedono visite guidate a Villa Verdi, al Castello di San Pietro in Cerro, al Museo Etnografico del Po di Monticelli,

Una curiosità: un tempo lo storione era il pesce re del Po. Oggi è stato sostituito dal pesce siluro, che raggiunge anche il quintale e che rischia di compromettere i delicati equilibri ecologici del fiume.

www.piacenzaturismi.net

 

 

 

 

Enogastronomia locale

 

PIATTI DELLA TRADIZIONE: salame, coppa e pancetta piacentina, pisaréi e fasò, anolini in brodo, tortelli, picula ‘d caval, buslàn

Cucina tipica:

Antica Locanda del Falco (3,3 km) – Gazzola PC) –  Località Rivalta – tel. 0523 978101 – www.locandadelfalco.com – chiuso martedì

Per palati raffinati:

Antica Osteria del Teatro* di Filippo Chiappini Dattilo (25 km) – Piacenza – via Verdi 16 – tel 0523 323777 – www.anticaosteriadelteatro.itchiuso domenica e lunedì

 

VINI TIPICI: Gutturnio, Malvasia di Candia aromatica, Passito di Malvasia, Ortugo

Azienda Il Poggiarello (2,1 km) – Travo (PC) – loc. Scrivellano di Statto – tel. 0523 957241 – www.ilpoggiarellovini.it degustazioni guidate con sommelier e assaggio prodotti tipici – E’ gradita la prenotazione.

 

Azienda La Stoppa (2,2 km) – Rivergaro (PC),  loc. Ancarano –  tel. 0523 958159

 www.lastoppa.it – degustazioni guidate su prenotazione

 

Tratto da “52 Domeniche di Golf Emilia Romagna” – Ed. In Magazine