Seleziona una pagina

Preparazione fisica

dreamstime_18240083Un campo da golf di 18 buche, come tutti sappiamo ha una lunghezza di 5.500 6.000 metri, questo valore si ottiene sommando tutte le lunghezze delle buche che lo compongono, in realtà durante un giro completo, considerando tutti gli spostamenti tra un green ed il successivo battitore, ma soprattutto per il fatto che la buca non è percorsa in modo rettilineo, a causa dei colpi non sempre precisi, si percorrono mediamente una decina di chilometri.

Tutto questo associato ai gesti prettamente atletici,che si compiono nell’esecuzione dei colpi, 70 80 per i giocatori più bravi ed esperti, per arrivare a 90 100 ed oltre per quelli meno bravi ed i principianti.

Basterebbero questi numeri a far capire come il golf sia uno sport a tutti gli effetti e non come spesso considerato dai più, come una semplice passeggiata nel verde.

Ogni golfista è consapevole di tutto ciò e questa consapevolezza, deve essere acquisita da tutti coloro che intendono avvicinarsi a questo sport.

Il golf rappresenta un ottima attività fisica, è uno sport completo in quanto consente di allenare praticamente tutta la nostra muscolatura, è un ottimo esercizio cardiovascolare e non da ultimo mentale.

Come ogni sport però, se non praticato con la giusta preparazione, può essere causa di problemi fisici legati a traumi o affaticamento.

Occorre in primo luogo giocare con un attrezzatura idonea e per questo saranno sicuramente validi i consigli di un buon maestro, ma quello che non bisogna sicuramente trascurare è un adeguata preparazione atletica.

Prima di parlare della preparazione vera e propria che potrà aiutare il nostro fisico, vogliamo mettere in risalto l’importanza del riscaldamento, troppe volte si assiste sui campi a giocatori che per la voglia o la fretta di iniziare il loro giro, arrivano sul battitore della buca 1 e dopo un minuto di flessioni e torsioni del busto iniziano a giocare.

Nulla di più sbagliato, oltre a rischiare dei seri traumi nell’esecuzione di uno swing, questa fretta nel prepararsi andrà anche a scapito del gioco, qualsiasi golfista si sarà reso conto in circostanze analoghe, che i colpi inizieranno ad essere efficaci soltanto dopo qualche buca, quando cioè avremo riscaldato sufficientemente la nostra muscolatura.

Una buona preparazione prima di un giro, consiste sicuramente in almeno 5 o 10 minuti di esercizi, associati all’esecuzione di una serie di swing nel driving range, il famoso secchiello di palline, avendo l’accortezza di non forzare subito i colpi ma farlo gradatamente.

La vera preparazione però è da esercitarsi, potendolo fare, durante la settimana, sarebbe importante frequentare una palestra, dove potremo usufruire di una serie di attrezzature in grado di prepararci adeguatamente, anche in questo caso non dobbiamo esagerare, ma eseguire una serie di esercizi che pensiamo possano essere utili al nostro gioco, in qualsiasi palestra è presente un trainer che potrà istruirci in maniera adeguata.

Potrà sicuramente essere utile la corsa per allenare gli arti inferiori, saranno certamente utili esercizi per rinforzare addominali e dorsali per aiutare la torsione nei nostri swing e diminuire quel fastidioso mal di schiena che affligge molti golfisti.

Sono consigliabili anche esercizi con pesi leggeri per rinforzare e tonificare la muscolatura e prevenire possibili traumi e lesioni a spalle e gomiti.

Tutto ciò servirà sicuramente a migliorarci, perché non dobbiamo dimenticare come detto all’inizio che prima di essere un gioco il golf è un vero e proprio sport.